La scuola materna consente ai bambini di sviluppare le proprie capacità fondamentali, di perfezionare il proprio linguaggio e di iniziare a scoprire l’universo dello scritto, quello dei numeri nonché di altri campi di apprendimento; La Petite École si propone pertanto di offrire ai bambini una prima esperienza scolastica proficua !

Il programma scolastico seguito dagli insegnanti della Petite École è proprio quello stabilito in Francia dal Ministère de l’Education Nationale. Esso si articola in cinque campi di apprendimento.

Il linguaggio orale è il perno degli apprendimenti alla scuola materna. I bambini imparano a condividere, a esprimersi. Si porge particolare attenzione alla comprensione di racconti di difficoltà progressiva. La pratica della lingua permette ai bambini:

  • di far proprie le regole che basano la struttura della frase
  • di acquisire il lessico in specifiche sequenze con l’aiuto dell’insegnante

Il lavoro sui suoni della parola, l’apprendimento del principio alfabetico e dei gesti della scrittura sono propedeutici all’apprendimento sistematico della lettura e della scrittura che avrà inizio in prima elementare.

L’obiettivo è insegnare al bambino:

  • ciò che lo contraddistingue dagli altri
  • ad essere considerato una persona a pieno titolo
  • a convivere con gli altri in una collettività organizzata con delle regole
  • a capire che cos’è la scuola e quale è la sua collocazione in essa.

Diventare un alunno presuppone il compimento di un processo che richiede insieme rigore e flessibilità.

Tre bambini

Il bambino scopre le potenzialità del proprio corpo con la pratica di attività fisiche libere o guidate, con la pratica di attività che comportano regole, attività espressive a scopo artistico. Il bambino acquisisce, in questo modo, la rappresentazione orientata nello spazio del proprio corpo. Inoltre, esegue dei movimenti essenziali: spostarsi, assestare il proprio equilibrio e maneggiare oggetti, lanciarli o afferrarli.

Alla scuola materna, il bambino scopre il mondo circostante; impara ad acquisire ed usare dei punti di riferimento spaziali e temporali. Osserva, fa domande e impara ad assumere un punto di vista diverso dal proprio, e il proprio confronto con il pensiero logico gli offre il gusto del ragionamento.

Il bambino acquisisce la capacità di classificare, riordinare e descrivere, attraverso il linguaggio e svariate forme di rappresentazione (disegni, schemi). Inizia a capire ciò che differenzia gli esseri viventi dagli oggetti.

La scuola materna offre un primo approccio con l’arte. Il disegno, e le realizzazioni plastiche (creazione di oggetti) da un lato, la voce e l’ascolto da un altro lato ampliano le capacità sensoriali del bambino.

L’obiettivo finale della scuola materna è quello di aiutare ogni bambino a diventare autonomo, ad acquisire quelle conoscenze e competenze che gli consentiranno di affrontare il “cours préparatoire” (N.d.t. prima elementare) nelle migliori condizioni.